I benefici di lasciare andare via certe persone o situazioni. Come riuscirci

lasciare

Quante volte ci accorgiamo di vedere intorno a noi coppie infelici che continuano a stare insieme, lavoratori insoddisfatti, amicizie tossiche? Come imparare a lasciare andare.

Quante volte ci siamo detti sarebbe meglio lasciare andare una persona o una situazione?

Anche se spesso ci siamo muniti di questo buono proposito, non è stato semplice, non lo è, o non sarà semplice riuscire in tale proposito.

Cosa significa veramente lasciare andare certe persone?

Significa imparare a lasciare andare persone che non migliorano la qualità della nostra vita, per quanto possa sembrare un atto di egoismo, questo non lo è affatto, anzi, è un modo per migliorare non solo la nostra qualità della vita, ma anche quella della persona che lasciamo andar via.

Solitamente l’essere umano si afferra alle cose perché è intrinseco nella sua natura, in tal modo, si sente più sicuro di fronte a ciò che conosce, di conseguenza, quando si perde qualcosa cui si è abituati conoscere, compaiono timore incertezza e panico.

Quante volte ci accorgiamo di vedere intorno a noi coppie infelici, ma che continuano a stare insieme, lavoratori insoddisfatti, ma che continuano a persistere in tale mansione, amicizie tossiche, soffocamenti di libertà all’interno delle famiglie ecc?

Potremmo elencare ancora moltissime situazioni del genere, create da noi stessi o da persone che ci ostiniamo ad avere intorno pur di mantenerci “afferrati”  con testardaggine.


Leggi anche  Come trattare le persone negative per non assorbire la loro energia

L’importanza di lasciare andare

La vita è in costante cambiamento e offre cose nuove e nuove visioni a cui afferrarsi. Dal lato opposto, afferrarsi alle cose che non funzionano significa semplicemente accontentarsi e la qualità della vita diminuisce notevolmente.

Se lasciassimo andare, le cose scorrerebbero naturalmente e  potremmo migliorare la nostra qualità di vita.

A quante situazioni infelici assistiamo tutti i giorni? Quante amiche o amici ascoltiamo mentre ci raccontano storie di relazioni infelici, o situazioni lavorative e familiari infelici? Quanto tutto questo dipende da loro? Sicuramente, per un’alta percentuale, dipende dal persistere in situazioni, anche se le stesse causano infelicità e stress mentale.

Questo significa che bisogna troncare ogni genere di relazione al primo problema esistente? No assolutamente.

La difficoltà sta proprio nel saper mettere i paletti giusti nelle tempistiche giuste. la razionalità sta nel capire quando tali paletti sono stati superati e il tutto risulta dannoso per entrambe le parti.

Non bisogna perdere l’opportunità di lasciare entrare nella nostra vita le cose nuove che ci rendono felici e migliori.

 

Seguici su Facebook

Lasciare andare significa accettare la situazione per quella che si presenta. Significa non forzare le cose. Significa saper far scorrere le cose in modo naturale. Questo non significa che non dobbiamo lottare per ciò che amiamo, ma dobbiamo essere consapevoli se tale lotta è eseguita soltanto da noi.

Non solo le persone

Lasciare andare può riguardare non soltanto le persone, ma anche le idee.

A volte ostinarsi a raggiungere qualcosa in determinate tempistiche,  causa infelicità: progetti che non vanno a buon fine, aspettative non soddisfatte, rimuginare sul passato, non serve a nulla, incrementa soltanto stress e paura.

 E’ bene imparare gestire le idee con costruttività oppure a  lasciarle andare via.

 

Come imparare a lasciare andare via

Sicuramente l’argomento è molto personale, ogni individuo ha delle caratteristiche e delle situazioni che agevolano o al contrario, ostacolano la buona riuscita nel lasciare andare via cose e persone,  ma sicuramente si possono seguire  delle indicazioni :

  • Se una qualsiasi situazione o persona ci rende infelice, cercare di sostituire il tempo dedicatogli con un’attività produttiva per se stessi.
  • Fare in modo di deviare la mente con pensieri positivi che sostituiscono quelli inerenti alla situazione o alle persone che ci rendono infelici.
  • Concentrarsi  sul lato positivo. Con un po’ di elasticità mentale, scoprirai che c’è sempre un lato positivo in qualsiasi situazione. Scova le sue qualità e fagliele notare, evita però di far si che queste siano occultate dalla sua negatività
  • Evitare determinate persone o situazioni tossiche. Se non riesci a liberartene completamente, evitare sarà la soluzione migliore. Ricorda che devi prenderti cura di te stesso. 
  • Ottimizzare il tempo  e le  energie, specialmente se questa persone o situazioni  prosciugano con la negatività.

Insomma, non lasciare che la negatività di qualcuno faccia di te un pessimista, usa sempre razionalità, cuore e una piccola dose di sano egoismo .

Devi ricordare che sei tu il primo responsabile della tua felicità.

Se hai trovato del valore in questo articolo, condividilo con gli altri.

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

loading...